vellutata crudista di carota

vellutata crudista di carote

FOTOGRAFIE DI ALESSANDRO ARNABOLDI

Ci sono giorni che ho proprio voglia di colore, colore anche a tavola. Domenica scorsa era una di quelle giornate, bellissime e soleggiate. Giornate così mi mettono un sacco di energia e ottimismo anche se mi rendo conto che non è proprio normale che a gennaio ci siano queste giornate così limpide e soleggiate. Era quasi calda e ci ha permesso di trascorrere la giornata all’aperto e di riuscire a fare un pic nic sul prato. Quasi assurdo. Apprezzo le giornate di sole e mi piacerebbe che fosse sempre estate però è anche giusto che ci sia l’inverno e che le stagioni facciano il loro corso. A voi non sembra strana questa stagione?

Per una carica di energia a tavola, rientrati dal week end ho preparato una vellutata solare e gustosa. Una vellutata crudista per mantenere inalterate tutte le proprietà delle carote e dell’arancia. Per dargli grinta ho marinato le carote grattugiate nella salsa di soia, per un effetto depurante invece potente ometterla ma aggiungere dello zenzero fresco.

vellutata crudista di carote

Vellutata crudista di carota

Ingredienti per 1 persona:

2 carote
1 arancia
1 cucchiaino di salsa di soia (facoltativo)
semi di zucca

Procedimento:

Lavare e spuntare le carote. In un potente mixer sminuzzarle grossolanamente. Trasferire le carote in un contenitore e condire con la salsa di soia e lasciar marinare al fresco per almeno mezz’ora. Spremere l’arancia e frullare la carota con il mixer ad immersione aggiungendo di volta in volta il succo d’arancia fino a includerlo completamente. Servire subito fresco con semi di zucca e, a piacere, zeste di arancia. Sempre in base al gusto personale, eventualmente condire con olio evo e aggiustare di sale.

vellutata crudista di carote

Tempi di preparazione:

15 minuti più il tempo di marinatura delle carote

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail

1 Comment

  1. concordo!! bella da vedere, buona da mangiare! 🙂

    Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *