rose di pera

rose di pera

FOTOGRAFIE DI ALESSANDRO ARNABOLDI

Avevo in casa della pasta phillo. Quando la trovo, visto che non è così semplice, ne prendo sempre una confezione perché amo molto utilizzarla sia per preparazioni dolci che salate. Questa volta avevo tergiversato un po’ troppo e mi guardava speranzosa dal frigorifero. Tutte le volte pero’ la lasciavo li in attesa di ispirazione. L’altra sera avevo voglia di preparare un dolce per la colazione, ma avevo poco tempo a disposizione e desideravo inoltre che fosse semplice e leggero. Nulla di pasticciato con creme o marmellate, altrimenti sarebbe finito che i miei ometti non l’avrebbero mangiato. Avrei potuto proporre dei biscotti al cioccolato, con cui andavo sul sicuro, ma desideravo colpirli con qualche cosa che fosse anche molto scenografico da vedersi. Le mie rose di strudel oramai sono un classico, le propongo spesso, e, prendendo spunto da quelle, mi è venuto in mente di preparare qualcosa di simile con la pera e la pasta phillo. Da li, sono nate le rose di pera che sono piaciute a tutti.

rose di pera

rose di pera

Rose di pera

Ingredienti:

1 confezione di pasta phillo

1 pera william rossa

zucchero di canna

olio evo

acqua qb

rose di pera

Procedimento:

Stendere la pasta phillo e inumidire ogni foglio con un misto di acqua e olio evo, cospargendo con poco zucchero di canna. Sovrapporre tutti i fogli e tagliare delle strisce alte circa 4 cm. Lavare e tagliare sottilmente la pera e appoggiare le fette sulla metà superiore di ciascuna striscia di phillo. Cospargere con zucchero, ripiegare i lembi inferiori e arrotolare la sfoglia su se stessa. riporre ogni fagottino in un pirottino da muffin e infornare, in forno già caldo, a 200 gradi per 15 minuti circa.

Sfornare e cospargere con zucchero a velo.

Tempi di preparazione:

25 minuti circa

nb. A piacere si può aggiungere della cannella o delle lamelle di mandorle.

Al posto dello zucchero si può usare lo zucchero di cocco oppure della crema di dattero ottenuta           frullando i datteri con acqua.

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *