Risotto allo spumante beffardo

Fotografie di Alessandro Arnaboldi

Fotografie di Alessandro Arnaboldi

Da bambina la cucina era il regno incontrastato della mia mamma. Lei decideva il menu, faceva la spesa, organizzava la cucina, pensava alle preparazioni e portava in tavola piatti fumanti e succulenti. Alcune preparazioni erano semplici eppur sono rimaste nella mia memoria come momenti gioiosi e di festa. La domenica sera, in inverno, preparava i toast e noi potevamo scegliere come condire i nostri. Altre volte presentava in tavola marmitte stracolme di verdure croccanti per il pinzimonio accompagnato da formaggi e salumi. Il ricordo più vivo e tenero che ho nel cuore e’ quando a pranzo, la domenica, arrivava il nonno al quale proponeva il risotto allo spumante. In realtà era un normale risotto alla provola, che lui diceva di non apprezzare. Mentre mangiavamo continuavamo a lusingare e acclamare la bontà del piatto. Ed il nonno ci e’ sempre cascato!

Ingredienti per 4 persone:

350 gr di riso carnaroli

3 scalogni
1 provola affumicata
3 scalogni piccoli o 2 di medie dimensioni
1 litro di brodo vegetale
mezzo bicchiere di spumante o vino bianco
una noce di burro
olio evo, sale e pepeProcedimento

In una capiente casseruola sciogliere la noce di burro e un filo d’olio evo. Far appassire lo scalogno. Aggiungere il riso e farlo tostare. Dopo qualche minuto bagnare con il vino e farlo evaporare. A questo punto, coprire con il brodo caldo, aggiungendolo man mano che verrà assorbito dal riso. Ci vorranno circa 20 minuti di cottura. Verso la fine della cottura aggiungere il formaggio tagliato a dadini e farlo sciogliere formando una bella crema. Mantecare con un’altra noce di burro e servire ben caldo.

Buon appetito!

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *