ravioli con gli asparagi

ravioli con gli asparagi

RAVIOLI CON GLI ASPARAGI – FOTOGRAFIE DI ALESSANDRO ARNABOLDI

 

Lunedì scorso sono tornata da Espansione Tv. Questa volta per proporre un menù di Pasqua.

Il tempo è volato, proprio non riesco a rendermene conto che siamo già a Pasqua. Talvolta, non lo nego, vorrei che il tepo si fermasse, o forse vorrei poter schiaccaire il tasto rewind, rivivere alcune puntate della mia vita e vedere se magari possa cambiare e migliorare qualcosa. Altre volte vedere che il tempo passa così veloce mi da sollievo, quasi per poter dimenticare ciò che a volte oscura il mio cielo.

Eppure siamo a Pasqua, E’ tempo di rinascita, di vivere e gioire per le cose belle che accadono e lasciare che la vita scorra, stupendoci per la forza e le piccole cose che ci dona.

Dolores mi ha chiesto un menù per la giornata di festa. Ho pensato a un primo piatto e a un dessert. Come sempre stare davanti alle telecamere mi ha emozionato ed ero tesissima ma mi sono anche divertita tanto. La cosa bella è che quando inizio a parlare di cibo mi scordo qualsiasi cosa.

Finalmente sui banchi del mercato vedo apparire gli asparagi. Un ingrediente che mi piace parecchio e che sono felice che siano tornati.
Per realizzae l’impasto ho usato la farina di tumminia, una semola integrale autoctona, del Forno Santa Rita di Caltanisetta, che  mi ha regalato Ferdinando.

Una farina profumata e con cui ho potuto realizzare un impasto davvero aromatico e gustoso.

Ho cercato di valorizzare gli asparagi preparando una salsa e lasciando alcuni in purezza, appena scottati.

Nel ripieno invece ho usato dei funghi e dei legumi. Infine, piccole sfere di zafferano e una salsa di cavolo cappuccio allo zenzero hanno completao il mio piatto, perfetto per la domenica di Pasqua ma anche in ogni girono di primavera.

Ravioli con gli asparagi

Ravioli con gli asparagi

Ravioli con gli asparagi

 

Ingredienti per 4 persone:

 

per la pasta

200 gr di farina Tumminia

1 cucchiaio di olio evo

acqua bollente qb

per il ripieno

1 carota

1 gamba di sedano

1 cipollotto oppure un pezzo di porro

4 funghi secchi tipo porcino

200 gr di cannellini già cotti

rosmarino

 

250 gr di asparagi

100 gr di cavolo cappuccio viola

20 gr di succo di zenzero

1 bustina di zafferano in polvere

1 cucchiaino scarso di agar agar

1 cucchiaino di kuzu

olio evo, olio girasole, sale e pepe

Ravioli con gli asparagi

Ravioli con gli asparagi

Procedimento:

 

Per la pasta. Impastare la farina con un cucchiaio di olio e acqua bollente, quanto basta, fino ad avere una pasta elastica e liscia. Far riposare per mezz’ora di frigorifero, avvolta in pellicola. Riprendere la pasta e stenderla sottilmente. Ritagliare dei quadrati con un coppapasta.

Per il ripieno. Pulire e affettare sottilmente la carota, il porro e il sedano. Far soffriggere con due cucchiai di olio e il rosmarino. Unire i funghi essiccati, ammollati per qualche minuto in acqua bollente. Quando cotti, unire i cannellini e trasferire nel blender.

Frullare a lungo fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo.

Per gli asparagi. Pulire gli asparagi e scottarli in acqua bollente salata per 8 minuti. Frullare una parte degli asparagi, ad esclusione delle punte, con olio e condendo con sale e pepe.

Per la salsa al cavolo cappuccio: lavare le foglie di cavolo cappuccio e metterle nell’estrattore. Unire acqua al succo di cavolo per ottenere 200 ml. Condire con olio di girasole e succo di zenzero. Trasferirlo in un pentolino e unire il kuzu. Portare a ebollizione e cuocere per circa 3 minuti.

Per le sfere: Stemperare la polvere di zafferano e di agar agar in 200 ml di acqua. Portare a ebollizione e cuocere per qualche minuto. mettere il liquido in una siringa senza ago e svuotare a gocce in un bicchiere di olio di girasole molto freddo.

Farcire la pasta con il ripieno, richiudere il raviolo e cuocerlo al vapore.

Servire i ravioli con la sasla agli asparagi, qualche puna di asparago, la sala di cavolo viola e le sfere di zafferano.

Buon appetito!

Ravioli con gli asparagi

Ravioli con gli asparagi

Tempi di preparazione:

2 ore circa

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *