ravioli di barbabietola

ravioli di barbabietola

FOTOGRAFIE DI ALESSANDRO ARNABOLDI

 

Fare gli impasti colorati mi piace davvero tanto. Mi mettono allegria. Con la barbabietola poi il risultato e’ garantito. Il suo caratteristico colore rubino tinge tutto quello con cui entra in contatto con facilità. Anzi, devo stare attenta a non macchiarmi e a non sporcare in giro.

Impastare e’ un’attività’ che mi rilassa parecchio e mi diverte. Oltre che creare tagliatelle, che rimangono pi’ rustiche e ruvide rispetto a quelle che si trovano in commercio, adoro confezionare la pasta ripiena. Ricordo una volta, tanto tempo fa, che il professore di cinese di Alessandro ci aveva invitato a casa sua a cena. Quando arrivammo preparammo tutti insieme i ravioli cinesi. Con grande abilità e maestria, lui e la sua famiglia preparavano i ravioli con la classica plissettatura. Io e Alessandro eravamo più imbranati e ci mettemmo una vita con risultati davvero deludenti. Quella serata mi e’ rimasta impressa nella mente. Mi ero divertita tantissimo, in un momento di socialità e di fusione delle culture. Mi sentivo onorata ad avere il privilegio di “giocare” con loro ed ogni volta che decido di fare i ravioli mi torna in mente quel momento.

Ovviamente i miei ravioli di barbabietola non hanno nulla a che fare con quelli che preparai quella volta. Ho deciso di confezionarli belli grandi, che potessero accogliere tanto ripieno. A contrasto, il ripieno l’ho preparato con un’altra verudra di stagione: i broccoli Aprendo quindi il guscio rosso si ritrova una crema fondente delicatamente verde.

Per dare carattere a un raviolo, nel complesso delicato, ho preparato una salsa a base di rafano. Il rafano e’ davvero pungente e molto balsamico e trovo che dia il giusto equilibrio alla preparazione.

Questi ravioli di barbabietola ci sono piaciuti moltissimo, e li terrò a mente per la prossima volta.

 

Ravioli di barbabietola

 

La ricetta dei ravioli di barbabietola la trovate su Bigodino.it

bigodinoSq

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *