Peperone al teff

fotografia di Alessandro Arnaboldi

fotografia di Alessandro Arnaboldi

I miei esperimenti con il teff continuano con questi peperoni ripieni al teff. Questi minuscoli semini mi affascinano molto. La loro preparazione è molto simili ad altri cereali, quali il miglio e l’amaranto. Una mattina di cielo tempestoso, non avendo nemmeno molta voglia di uscire per fare la spesa ho pensato di provar ad utilizzare il teff come ripieno per i peperoni. A Piccolo Chef piaccciono molto i peperoni ripieni e il pranzo gli e’ piaciuto moltissimo. Finalmente, nel pomeriggio, il cielo si e’ schiarito e siamo riusciti ad andare a fare una passeggiata, portandoci l’ombrello, pero’! Poiché e’ buonissimo anche freddo, si può preparare in anticipo. Pertanto e’ comodo anche per i pranzi fuori porta o per una cena veloce. Se non avete il teff, potete utilizzare il miglio o l’amaranto che hanno la stessa tipologia e tempi di cottura.

Peperone al teff

Ingredienti:

1/2 bicchiere di teff
2 bicchieri di acqua
soffritto frullato di sedano, carote e cipolle
sale, olio evo
1 cucchiaio di capperi dissalati
1 cucchiaio di olive taggiasche
origano, rosmarino, dragoncello a piacere

Procedimento:

In una casseruola mettere il sedano con la carota e la cpolla, precedentemente sminuzzati, con un filo d’olio. Far soffriggere per pochi minuti ed aggiungere il teff. Salare leggermente. Coprire con l’acqua calda e cuocere percirca 40 minuti, fino a quando il liquido non si sara’ completamente assorbito e il composto avra’ assunto l’aspetto di una polentina. Togliere dal fuoco e aggiungere, mescolando vigorosamente, le olive taggiasche, i capperi dissalati e le erbe aromatiche a piacere. Pulire il peperone e tagliarlo a metà. Riempirlo con il teff e spennellarlo con poco olio evo. Infornarlo, in forno caldo, a 200 gradi per circa 30 minuti. Si può gustare caldo o a temperatura ambiente.
Buon appetito!

Tempi di preparazione:

1 ora e 30 minuti circa.

 

Il teff lo trovo da logo biomi

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *