lasagna estiva alle zucchine

 

lasagna estiva alle zucchine

FOTOGRAFIE DI ALESSANDRO ARNABOLDI

In montagna la temperatura era più clemente e permetteva di accendere il forno. Ed e’ così che ho colto l’occasione per preparare queste lasagne per la cena. Era romani da diverso tempo che mi astenevo da utilizzarlo. Le temperature alte, nonostante mi piacciano e ne sia felice, mi facevano passare la voglia. Oltre al caldo naturale, ci manca anche il calore del forno in funzione per rendere la cucina i vivibili. Più’ che altro per Piccolo Chef e Alessandro, che già la evitano se ci sono i fornelli accessi.  Mi è sembrato strano tenere il forno spento così a lungo e non vedevo l’ora di fare qualche preparazione lo richiedesse. Con questa lasagna mi sono proprio rifatta ed essendo veloce da preparare, non è stato difficile convincere tutti.  La pasta e’ di mais, mentre la farcitura e’ a base di un pesto di zucchine, pistacchi e cipolla di Tropea. Bagnate con il latte vegetale e con la panna di soia, sono rimaste morbide e molto leggere. Un vero spettacolo cenare all’aperto gustando della pasta al forno. Le ho servite poco più che tiepide e devo dire che sono state molto apprezzate. La preparazione e’ stata velocissima, il tempo di grattugiare le zucchine e tritare gli altri ingredienti per farcire le sfoglie al mais, e mi sono messa all’opera dopo una giornata trascorsa all’aperto. Alessandro fortunatamente ne e’ rimasto soddisfatto. Temevo che questo tipo di ripieno non lo convincesse. Si è soliti immaginare la pasta al forno come un piatto ricco mentre in questo caso gli ingredienti sono ridotti al minimo. Non avendo coperto completamente la pasta con il liquido di cottura, ai bordi la pasta e’ rimasta più croccante. Se invece preferite che tutte le sfoglie rimangano ben morbide e umide vi consiglio di coprirle con abbondante latte vegetale e panna e prolungare di poco la cottura.

Lasagna estiva alle zucchine

La ricetta della lasagna estiva alle zucchine la trovate su Bigodino.it

 

bigodinoSq

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *