I crudisti della domenica

Domenica ho partecipato al corso, i crudisti della domenica, proposto da Laura Cuccato, chef crudista che stimo molto e che seguo da diverso tempo. Ha organizzato questo corso dedicandolo a coloro che “non addetti ai lavori” potrebbero trovare difficili o impegnative alcune preparazioni e per dare qualche suggerimento in più  per rendere più appetibili frutta e verdura.
Nonostante fosse domenica mattina, di una giornata uggiosa e freddissima, sono partita con molta aspettativa e con la speranza di imparare e apprendere  nuove tecniche per le mie ricette e per i mie piatti. La mia aspettativa non solo e’ stata soddisfatta ma ho anche conosciuto persone fantastiche ed instaurato nuove amicizie!
Il corso si e’ svolto presso il bar gastronomia Uscio & Bottega di via Ronchi.
Un po’ alla spicciolata ci siamo ritrovati tutti e abbiamo iniziato con le registrazioni di rito.
Tante le ricette da realizzare e le preparazioni in programma, tante curiosità da imparare, tutte in una domenica!
Eravamo 8 partecipanti, approdati al corso da percorsi differenti e per un motivo diverso l’uno dagli altri. Tutti curiosi e carichi di fiducia. C’era una bella energia e subito ci siamo trovati affiatati e sulla stessa linea d’onda. 8 estranei che in poco tempo sembravano conoscersi da sempre.
Laura ha iniziato introducendo il crudismo e “gli attrezzi” del mestiere e poi ci siamo messi all’opera. Seguendo le ricette descritte e le indicazioni impartite, non sempre ci sono riuscite perfettamente. Altre volte, sperimentando creativamente a ruota libera, siamo riusciti a stravolgere completamente la ricetta iniziale.
Spesso ci perdevamo in chiacchiere, ipotizzando variazioni, raccontandoci aneddoti e gli esperimenti e condividendo le proprie esperienze.
Dopo un aperitivo frizzantissimo, realizzato grazie agli estrattori di succo, ci siamo tuffati sul buffet di apertura rubandoci vicendevolmente le cipolle gratinate e la maionese rosa.
Laura pazientemente ci spiegava e ci dava consigli e alternative. Tanti gli appunti da prendere e le idee per rielaborare nuovi piatti e nuovi sapori. E’ stata un occasione per vedere strumenti che non conoscevo o di cui ero un po’ diffidente e per assaggiare prodotti che non conoscevo…. Lo zucchero di palma, dolcissimo e buonissimo così come un alga ideale per fare il “pane”.
Il clima festoso e le affinità hanno reso la giornata positiva e ricca di coinvolgimento. Le ricette sono state un bellissimo pretesto di scambio e crescita. Ognuno aveva qualcosa da donare agli altri e la domenica e’ volata tra un cracker e una chips, una zuppa e un formaggio crudista. Un po’ in ritardo sulla tabella di marcia, ci siamo seduti a tavola a degustare le nostre creazioni. I funghi trifolati sono andati a ruba così come le verdure essiccate. Nel pomeriggio abbiamo realizzato buonissimi dessert che non hanno nulla da invidiare a quelli classici. Da impenitente golosa faticavo a fermarmi.
E’ stata una giornata ricca di spunti e piena di energia che mi ha permesso di conoscere e condividere una giornata bellissima e stancante.
Tanta la voglia di sperimentare. Adesso mi metto al lavoro…. con i fornelli spenti ovviamente!

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail

3 Comments

  1. Marzia!!!Ma che belle cose!!!condivido a pieno tutto quello che hai scritto e spero di rivedervi tutte molto presto. Marta

    Reply
  2. grazie Marta, a presto!
    ps. continua a seguirmi…

    Reply
  3. Che invidia 🙂

    Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *