fagioli in agrodolce

fagioli in agrodolce

FAGIOLI IN AGRODOLCE – FOTOGRAFIE DI ALESSANDRO ARNABOLDI

Appena sposati, mio suocero mi continuava a raccontare di quanto fossero buone le sarde in saor e di quanta voglia avesse di mangiarle nuovamente. Dopo qualche tempo, al mercato trovai delle sarde bellissime e, dopo due giorni di lavoro, portai le sarde a mio suocero.

Adorava i gusti agrodolci, come me. Quelle sarde, erano davvero buone ed erano state un regalo inaspettato che lo aveva reso davvero felice. Dopo quella volta non le ho più rifatte. Pulirle e prepararle erano state un lavorone e non lo ripetei.

Con il tempo, cambiando alimentazione e stile di vita poi, le sarde in saor divennero un ricordo. Ho ancora ben impressa l’immagine soddisfatta e contenta di mio suocero. Ed i suoi tentativi per riuscire a conicermi a rifarle di nuove.

Nonostante quel piatto tanto distante dal mio modo di mangiare attuale, il gusto agrodolce contiua a piacermi e lo propongo spesso in versione vegetale. Se con il seitan è abbastanza scontato, con la zucca, per esempio,  è davvero speciale.

Un’amica un giorno parlando del saor, mi raccontò di quanto i fagioli fossero buoni. Mi aveva incuriosito davvero tanto. Ai legumi non ci avevo ancora pensato.

Con questo caldo mi è venuta voglia di provarci e ho riflettuto un po’ su quale potesse essere il legume migliore. Alla fine ho scelto i fagioli di Spagna che, con la loro dimensione, acquisiscono un meraviglioso gusto e danno tantissima soddisfazione.

Mangiati freschi sono un secondo davvero gustoso.

fagioli in agrodolce

fagioli in agrodolce

Fagioli in agrodolce

Ingredienti per 4 persone:

200 gr di fagioli bianchi di Spagna secchi

1 cipolla rossa di Tropea

200 ml di vino bianco o rosato

100 ml di aceto di mele

2 cucchiai di zucchero di mele

2 bacche di ginepro

1 stella di anice stellato

alloro

sale, pepe e olio

fagioli in agrodolce

fagioli in agrodolce

Procedimento:

Mettere in ammollo per una notte i fagioli bianchi di Spagna. Al mattino scolarli e cuocerli, per circa 30 minuti, coperti in 2,5 volumi di acqua. Quando pronti farli raffreddare completamente.

In un’ampia paedella, scaldare l’olio e mettere il ginepro, mezza stella di anice e l’alloro. Aggiungere la cipolla tritata grossolanamente e farla soffriggere leggermente. Sfumare con il vino e successivamente con l’aceto di mele. Unire lo zucchero e fare scirgliere mescoldando per bene. Aggiungere una tazzina di acqua e far sobbollire per una decina di minuti.

Trasferire i fagioli in un contenitore e versare la mainatura bollente. Far riposare un girono e  servire ben freddo.

Buon appetito!

fagioli in agrodolce

fagioli in agrodolce

Tempi di preparazione:

45 minuti circa più ammollo dei legumi e 1 giorno di marinatura

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail

2 Comments

  1. Bella idea i fagioli in agrodolcè…Devo assolutamente farla Dove si può trovare lo zucchero di mele? Grazie

    Reply
    • ciao Chiara, grazie.
      usa pure lo zucchero di canna se preferisci.

      Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *