Erbe da mangiare

bigodino AGLIO ORSINO

FOTOGRAFIA DI ALESSANDRO ARNABOLDI

Da qualche tempo mi sono appassionata alle erbe spontanee. Mi da grande soddisfazione saperle riconoscere ed utilizzarle in cucina. Mi affascina pensare di poter gustare i fiori e le erbe che ammiro nei prati o che trovo nel sottobosco.

Da quando ho imparato a riconoscerle, mi entusiasma trovarle e portarle in tavola.

Certo non vado in giro raccogliendo grandi quantità o deturpandole dal loro habitat!

In questo periodo, che la natura è in fermento, apprezzo tantissimo andare in giro alla ricerca delle erbe e dei fiori spontanei.

Semplicissimo riconoscere è il tarassaco, dai suoi grandi fiori gialli. I prati in questo periodo ne sono zeppi. Tempo fa, ne ho raccolto in grandi quantità per realizzare il finto miele di cui ho pubblicato la ricetta.

Le sue foglie, quelle più tenere e fresche, le mangio in insalata dopo averle fatte marinare in olio, limone e zenzero. Le trovo davvero ottime. Il loro sapore amare viene smorzato dalla “cottura del limone”.

L’anno scorso, invece, durante una gita in un rifugio ho imparato ad apprezzare il trifoglio. Mai mi sarei immaginata di poterlo mangiare ma ho scoperto cosa mi sono sempre persa! E’ davvero delizioso, quasi dolce, e colora in maniera delicata i nostri piatti. L’unico accorgimento, visto che lo si trova comunemente, è di raccoglierlo in zone poco battute e preferibilmente non in città.
Durante una passeggiata domenicale, lungo un fiume, ho trovato diverse distese di aglio orsino. Il loro profumo pungente ci ha condotti fino a lui. L’aglio orsino è una pianta magnifica, dai fiori bianchi e molto piccoli, e foglie allungate. Si mangia tutto, dal bulbo al fiore.

Il modo migliore per conservarlo, dopo vari tentativi, è quello, a  mio avviso, di frullarlo con sale e abbondante olio evo e conservarlo in frigorifero chiuso in un barattolo.

Dell’aglio orsino e delle altre erbe ne ho parlato su Bigodino.it

Erbe da mangiare

Trovate i mio articolo su Bigodino.it

 

bigodinoSq

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *