empatia

empatia

EMPATIA – FOTOGRAFIE DI ALESSANDRO ARNABOLDI

 

L’empatia è quella sensibilità profonda di entrare in connessione con qualcun’altro. Una dote, che può trasformarsi in uno dei peggior difetti.
Essere sensibile è già una croce, essere predisposti ad ascoltare e aiutare gli altri è coraggioso, ma saper vivere le stesse emozioni è qualcosa che va oltre.
Alcuni scambiano l’empatia con emotività o con qualcosa di più superficilamente contagioso… come quando si vede qualcuno piangere e ti viene da piangere anche a te. Non è detto però di provare o comprendere le medesime emozioni dell’altro.
L’empatia è un sentimento sottile, che si crea con qualcuno con cui si ha un legame molto forte. A volte basta uno sguardo per capirsi e comprendere tutti i suoi pensieri e i sentimenti. A volte capita persino a distanza, senza saperlo si prova gioia o dolore consapevolmente con la gioia e il dolore dell’altro. L’empatia è come uno specchio della propria anima che riflette ciò che è in noi. Magari non lo vediamo, magari non ci facciamo caso, eppure nell’altro è così vivido e limpido. Essere empatici con qualcuno può trasformare un rapporto in un vero viaggio da vivere.

Una bellissima avventura attraverso uno dei misteri più grandi che conosca, il cuore. Come tanti tasselli di un puzzle che si incastrano alla perfezione. A volte è così forte da trasformarsi in telepatia, vivere sulla stessa lunghezza d’onda. Quando però questa sensibilità ci spaventa tutto diventa più difficile. Può rendere un legame ingestibile e la vita un vero inferno.

Da qualche tempo sto pensando a questa parola. Ha un suono soave che evoca una bella sensazione. Mi domando, sarò davvero empatica? Forse dovrei curarla?
L’empatia la vedo come tante forme geometriche uguali, pietre di un fiume da usare per saltellare da una parte all’altra, in bilico ed in equilibrio instabile per superare le acque fredde.

empatia

empatia

Empatia

 

Ingredienti per 4 persone:

 

15 patate viola di medie dimensioni

4 carote

2 panetti di tofu al naturale

2 bustine di zafferano in polvere

1 barbabietola al vapore

soncino qb

sale, pepe,aceto e olio

germogli

empatia

empatia

Procedimento:

 

Lessare, in acqua bollente, le patate viola per circa 20 minuti. Scolarle e sbucciarle. Scottare, in acqua bollente salata, le carote  per circa 10 minuti. Sclare le carote. Intagliare sia le patate che le carote con ring di diverse dimensioni e creare dei cilindri. Condire lievemente con olio evo.

Sbollentare il tofu in acqua bollente per circa 10 minuti, mantenendolo sigillato nella sua confezione. Scolare e aprire. Frullare il tofu con due cucchiai di olio, un pizzico di sale e lo zafferano. Frullare, aiutandosi nel caso con poca acqua, fino ad ottenere una crema vellutata e liscia. Aggiustare di sale e pepe.

Frullare la barbabietola con olio, aceto a piacere e un pizzico di sale fino a d ottenere una salsa liscia e consistente.

Condire il soncino con olio e sale.

Impiattare alternando le verdure alla crema di tofu, qualche germoglio a piacere e qualche goccia di salsa di barbabietola e servire.

Buon appetito!

empatia

empatia

Tempi di preparazione:

 

1 ora circa

 

empatia

empatia

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *