crepes di lenticchie e tofu

crepes di lenticchie e tofu

CREPES DI LENTICCHIE E TOFU – FOTOGRAFIE DI ALESSANDRO ARNABOLDI

Questo week end è stato come non sentirlo. Mi è sembrato essere passato tanto di quel tempo dal momento in cui sono uscita dall’ufficio venerdì, e nello stesso momento, il tempo mi è volato.

Ho fatto davvero tante cose, alcune delle quali davvero inaspettate; ho fatto programmi, ho organizzato e pianificato eventi, ho studiato, lavorato, cucinato e soprattutto mi sono divertita.

Ho iniziato il fine settimana partecipando ad un evento per Dal Gusto, un nuovo negozio con un’idea di base molto interessante, di cui vi parlerò fra qualche giorno.

A sopresa poi, il sabato ho partecipato a una tavola rotonda dedicata alle social eating. Venerdì sera, mentre mi recavo in centro, Paola Sucato, mi aveva chiamato per chiedermi se fossi libera la sera successiva. In un attimo ho riprogrammato la giornata e mi sono recata da Open. Open è una libreria che mi piace davvero tanto. Non solo libreria, ma un crocevia dove leggere, riposare, mangiare, lavorare e seguire eventi di ogni genere. Quartier generale di Food Innovation, all’interno della Milano Food Week,  ha accolto il nostro pannel. L’argomento mi sta a cuore, le social dinner. Nello specifico ci siamo domandati, e abbiamo cercato di dare pure una risposta, perchè in Italia le social eating non prendano piede come all’estero. Adoro organizzare le social dinner, con uno spirito di condivisione e aggregazione sociale,  un pretesto per conoscere nuove persone e creare sinergie. Purtroppo l’indifferenza sta dilangando. Sempre più spesso ci nascondiamo dietro i social network. Per molti non è più una vetrina e uno strumento, è un modo per parlare e interagire con gli altri restando però nascosti. Abbiamo difficoltà a salutare la vicina di casa, intrattenere una conversazione con il fruttivendolo, diffidiamo del panettiere e scappiamo via con il pane, neanche fosse un terrorista. Stiamo diventando sempre più solitari e individualisti, nonostante fingiamo tanta socialità sul web. E a pensarci bene è proprio una tristezza.

I rapporti con gli altri sono alla base di una cultura che cresce, ci arricchisce e ci completa.  Creare una rete di contatti ci permette di vedere e tendere ad avere un mondo migliore. Fatto di unioni, parole, aiuto, amicizia. Una vera ricchezza!! Le social dinner sono proprio questo, un accumulatore di persone, amicizie e sinergie.

Per concludere il week end abbiamo portato a termine il prossimo articolo per Gusto Sano, ho concluso un progetto a cui stavo lavorando da diversi giorni e ho trascorso la domenica al corso sull’impiattamento.  Insomma, non mi sono fatta mancare nulla! La cena della domenica però non poteva essere troppo elaborata e lunga da preparare, così ho preparato queste crepes, velocissime e gustose che abbiamo mangiato con gusto insieme ai piatti preparati per il servizio fotografico. Alla fine, quella che doveva essere una cena fugace è diventato un vero banchetto di nozze.

 

crepes di lenticchie e tofu

crepes di lenticchie e tofu

Crepes di lenticchie e tofu

Ingredienti per 6 crepes:

per le crepes

50 gr di farina di lenticchie rosse

100 gr di farina 0 oppure 1

300 gr di acqua

1 cucchiaio di olio di oliva

un pizzico di sale

per il ripieno:

 

150 gr di tofu silky

2 carote

25 gr di olive taggiasche

1 cucchiaio di capperi sotto sale

sale, pepe e olio evo

erba cipollina

olio di girasole per ungere la padella

crepes di lenticchie e tofu

crepes di lenticchie e tofu

Procedimento:

In una ciotola mischiare le due farine e versare a filo l’acqua, mescolando con una frusta per evitare la formazione di grumi.

Aggiungere l’olio e un pizzico di sale, mescolare e lasciare riposare a temperatura ambiente per circa mezz’ora.

Ungere leggermente una padella, scaldarla e versare un mestolo di pastella. Far rapprendere da un lato, girarla e proseguire la cottura per qualche minuto.

Ungere nuovamente la padella e ripetere l’operazione, fino a finire la pastella.

Nel frattempo lessare per una decina di minuti, il tofu silky nella sua confezione, in acqua bollente. scolarlo, aprirlo e condirlo con olive taggiasche e capperi dissalati. Scottare le carote, tagliate a brunoise, per 4 minuti.

Unire le carote alla crema di tofu, condire con un cucchiaio di olio evo, pepe, sale e erbe cipollina.

Farcire le creespelle con la crema di tofu e servire.

Buon appetito!

 

Tempi di preparazione:

1 ora

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail

2 Comments

  1. Weekend strepitoso e ricco come il mio…non ci si fa mai mancare nulla…forse solo un po di riposo… ricetta deliziosa e versatile perché cambiando il “ripieno” si possono fare tante versioni diverse. Buona settimana!

    Reply
    • ciao Sara, si… hai ragione, weekend intensi e straordinari, ci vorrebbe però un girono in più dove mi legano al letto 😉
      Concordo con te, è una ricetta versatile che può essere proposta con diversi ripieni per avere ogni volta un piatto diverso!
      A presto
      Marzia

      Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *