cipolline alla melagrana

Cipolline-al-melograno

fotografie di Alessandro Arnaboldi

Le cipolline alla melagrana sono un contorno delizioso. Avevo ancora un po’ di cipolline borettane, perchè hanno il pregio di mantenersi a lungo, e ho pensato di abbinarle all’elegante melagrana per un pranzo un po’  formale. Hanno riscosso molto successo, in tutta la loro semplocità. Le ho preparate in pochissimo tempo, l’ideale se hai ospiti a pranzo e tutto il pasto da preparare. Spadellate velocemente, hanno intriso la cucina. Peccato che non  possa fare mangiare gli ospiti in cucina!!! E’ un luogo meraviglioso, intriso di profumi e straordinariamente affascinante.  Lo trovo un posto stupendo dove consumare i propri pasti. Con gli amici più intimi mi capita di cenare in cucina, con loro me lo posso permettere, sia per comodità ma anche perchè è intimo. Ma non era questa l’occasione!!. Le cipolline  sono state gradite da tutti e credo che le riprorro’ nuovamente.

Cipolline-al-melograno

Si abbinano benissimo a tantissime preparazioni, accompagnado ler pietanza delicatamente senza prevaricare gli altri piatti.

Cipolline alla melagrana

Ingredienti per 4 persone:

300 gr di cipolline borettane

1 melagrana

vino bianco

alloro, sale, pepe e olio evo

Cipolline-al-melograno

Procedimento:

Pulire e lavare le cipolline mantenendole intere.

In un ampia padella mettere un filo d’olio e le cipolline. Farle dorare a fiamma vivace bagnandole con il vino bianco (circaq mezzo bicchiere). Quando il vino è evaporato, aggiungere l’alloro secco tritato e aggiustare di sale e pepe. Bagnare con acqua calda per evitare che le cipolline si attacchino e aggiungere i chicchi sgranati di circa 1/4 di  melagrana. Proseguire la cottura per 20 minuti fino a quando le cipolline risultaranno morbide. Cospargere con altri chicci di melagrana freschi e impiattare, condendo con un filo di oilo evo a crudo.

Buon appetito!

 

Tempi di preparazione:

30 minuti circa

Cipolline-al-melograno

Cipolline-al-melograno

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *