carpaccio di finocchi agrodolce

Carpaccio di finocchi agrodolce

FOTOGRAFIE DI ALESSANDRO ARNABOLDI

Oggi vi propongo un contorno detox:  il carpaccio di finocchi agrodolce. Dopo tutte queste feste mi sento un po’ ingolfata. A Capodanno mi ha colpita l’influenza. Febbre e stomaco in subbuglio mi hanno bloccata a letto. Sotto il piumone non ho festeggiato un granché e anche nei giorni successivi sono rimasta senza forze. Questo inizio dell’anno e’ passato un po’ in sordina, mi auguro che non sia presagio per l’anno appena iniziato, altrimenti saran dolori!

Questa stanchezza e svogliatezza si e’ riversata anche alla cucina. Ho voglia di cose leggere, fresche e dissetanti. Pochi condimenti e cose semplici come questo carpaccio di finocchi agrodolce.

Dopo le feste abbiamo bisogno tutti un po’ di leggerezza per disintossicarci dagli eccessi. Questo carpaccio di finocchi agrodolce e’ semplice sia da preparare che da gustare, per darci una pausa prima dell’Epifania.

Per non lasciare i finocchi crudi e croccanti, cosa che potete decidere di fare per avere una ricetta completamente crudista, li ho sbollentati pochissimi minuti in acqua bollente salata e poi tuffati in acqua e ghiaccio per fermare la cottura.

Ho poi aggiunto del limone e del mandarino, che con la sua dolcezza ha smorzato l’agro del limone. L’uvetta e i semi di zucca hanno completato il piatto.

L’ho gustato fresco e mi e’ piaciuto tantissimo!

Carpaccio di finocchi agrodolce

Carpaccio di finocchi agrodolce

Carpaccio di finocchi agrodolce

Ingredienti per 1 persona:

1 finocchio

1/2 limone

1 mandarino ( oppure 1 clementina a piacere)

1 cucchiaino di uva sultanina

1 cucchiaino di semi di zucca

finocchietto selvatico

sale e olio evo

Procedimento:

Lavare e pulire il finocchio e affettarlo sottilmente. Portare a ebollizione una pentola di acqua salata e tuffarci le fette di finocchio per due minuti. Scolarle e metterle in una bacinella di acqua fredda con ghiaccio, in cui ci sarà un po’ di sale.

Pelare a vivo il limone e il mandarino e affettarli sottilmente. Stendere in un piatto di portata,  alternando le fette di finocchio con quelle di limone e mandarino. Guarnire con uva sultanina, rinvenuta per una decina di minuti in acqua, e i semi di girasole. Condire con un filo di olio extravergine di oliva a crudo e un pizzico di sale e qualche ciuffo di finocchietto selvatico e servire.

Buon appetito!!

Tempi di preparazione:

20 minuti

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *