Tortilla crudista

fotografie di Alessandro Arnaboldi

fotografie di Alessandro Arnaboldi

 

Settimana scorsa siamo andati al MiVeg. Il Miveg e’ una manifestazione dedicata al mondo vegan. Ci siamo andati nella tarda mattinata, per l’ora di pranzo. Ero curiosa di mangiare  i piatti che proponevano, preparati da La Ravanella. Io e mio marito abbiamo scelto il menù crudista mentre Piccolo Chef il menù cotto. Speravo di incontrare gli amici, che conosco solo virtualmente in rete, e seguire l’intervento della Dr.ssa Aida Vittoria Eltanin. A pranzo ho fatto la conoscenza di alcune persone con cui abbiamo trascorso felicemente il momento del pasto, chiacchierando del piu’  e del meno. Subito dopo ho incontrato, anche se molto brevemente, Lucrezia di Peanut cook. Aihme’, mi e’ sfuggita l’opportunità’ di fare la conoscenza di Felicia delle Delizie di Feli, ma spero di rimediare presto. In ogni caso e’ stata una giornata molto ricca di incontri e scambio di sinergie. La presentazione della Dr.ssa Eltanin e’ stata veramente molto interessante, purtroppo l’ho potuta seguire a spizzichi e bocconi perche’ Piccolo Chef non era della mia stessa opinione! Povero, lui si annoiava e cercava in tutti i modi di cogliere la mia attenzione. Dopo la conferenza mi sono avvicinata per salutarla e presentarmi. Le sono molto grata di aver segnalato alcune mie ricette in Vegan in Italy, un sito che raccoglie le ricette e i blog, tra i migliori in Italia di ricette vegan. Lei e’ molto affabile e disponibile, cerca di ascoltare tutti. Mentre aspettavo di avere anch’io l’autografo sul suo ultimo libro (già che c’ero ;-)) ho conosciuto altre amiche blogger. Tornati a casa, a cena abbiamo gustato questa tortilla crudista. La sfoglia della tortilla crudista l’ho preparata con il mais fresco e i semi di lino. Come faccio solitamente per i crackers, ho steso l’impasto ma ho cercato di lasciarlo morbido e flessibile, in modo tale da poterlo piegare senza che si rompesse. Devo dire che era molto gustoso. Inoltre e’ un piatto coloratissimo che mi ha trasmesso molta allegria, solo guardandolo. I germogli di barbabietola, che ho aggiunto poco prima di servire la tortilla crudista sono davvero particolari. Di un colore brillante sono molto saporiti, con quel gusto deciso e inequivocabile della barbabietola.

Una crema delicata di mandorle e semi di canapa hanno condito la tortilla. Probabilmente anche una nota piu’ pungente, come quella della senape, potrebbe esaltare questo piatto.

 

tortilla-crudista-3

Tortilla crudista

Ingredienti per 3 persone:

1 pannocchia di mais fresco

1/2 tazza di semi di lino

1 fetta di zucca

1 pomodoro insalata

a piacere germogli di barbabietola

1 tazza di mandorle

semi di canapa

1/2 limone

lievito alimentare

sale, olio evo

 

tortilla-crudista

Procedimento:

Pulire e sgranare la pannocchia fresca e metterla in un mixer con i semi di lino, precedentemente ammollati in acqua. Frullare il tutto e ottenere un impasto da stendere sottilmente su un foglio di carta da forno e mettere in essiccatore per circa 3 ore. La tortillas deve risultare asciutta ma flessibile e morbida. Nel frattempo preparare la salsa frullando le mandorle, ammollate per una notte in acqua, il succo di mezzo limone, un cucchiaio abbondante di lievito alimentare in scaglie e i semi di canapa. Frullare e ottenere una salsa liscia e omogenea. Eventualmente aiutarsi con un filo d’acqua.

Quando le tortillas saranno pornte, lavare e tagliare sottilmente le verdure, farcire la tortillas e condire con i germogli di barbabietola e la salsa.

Buon appetito!

Tempi di preparazione:

1 ora circa piu’ il tempo di essicazione della tortilla ( 3 -4 ore circa)

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail

1 Comment

  1. grazie! allora aspetto il prossimo anno per vedere la tua versione!!!

    Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *