risotto ai carciofi, vaniglia e arancia

 

Risotto ai carciofi, vaniglia e arancia

RISOTTO AI CARCIOFI, VANIGLIA E ARANCIA – FOTOGRAFIE DI ALESSANDRO ARNABOLDI

La scorsa settimana è sata davvero unica e particolare. Lo so che ve ne siete accorti dai numerosi post pubblicati sui social. Ero agitata, eccitata ed emozionata per quello che mi stava accadendo.

Sono stata ingaggiata da un’importante agenzia per realizzare il buffet finger food da accompagnare a un superalcolicolo durante il lancio di presentazione alla stampa, giornalisti, blogger e influencer. Per me una bellissima occasione per dimosrare le mie capacità e professionalità e soprattutto per poter trascorrere tutto il mio tempo in cucina.

Il superalcolico è il nuovo prodotto vegan della Baileys, a base di latte di soia, mandorle e vaniglia. Un gusto particolare e dolce. Usciarà sul mercato italiano nei prossimi giorni e i giornalisti hanno potuto assaggiarlo, come me d’altronde, in anteprima.

E’ stato molto stimolatante creare gli abbinamenti per la degustazione, dolci e salati che sono stati quelli più interessanti. La vera sfida però è stata realizzare un ghiacciolo, da servire in giorni freddi e uggiosi, che fosse armonioso nel gusto, equilibrato e goloso, tanto da invogliarne l’assaggio.

Avevo chiesto a Caterina, mia cara amica super cuoca, di supportarmi in questa avventura. E così è stato, ed è stato rassicurante e gioioso averla al mio fianco durante la settimana. Il primo giorno, ad attendermi davanti alla bellissima sede dell’evento c’era Nicoletta con la quale ho condiviso la mia prima giornata in questa esperienza. E’ riuscita a creare un clima sereno ed affettuoso dove abbiamo lavorato  affiatate e serene. Con me anche Giacomo, attento e disponibile, ha elegantemente servito gli ospiti che arrivavano in modo molto professionale, nel suo completo grigio.

Ad accompagnarci in questa avventura c’era anche il mixologist. Ero davvero curiosa di scoprire quali cocktail avrebbe inventato Simone Scarpari che si è rivelato un compagno ideale per  i sorrisi alle fotografie, durante gli incontri con i giornalisti, per spiegare i motivi che ci avevano spinto a scegliere un ingrediente piuttosto che un altro, e di grande compagnia.

Nell’elegante cornice, in un tripudio di fiori primaverili, la mia settimana è volata in un baleno, trascorrendo il mio tempo in cucina nella prima esperienza in questa nuova veste da cuoca a tempo pieno. E’ stato un vero privilegio per me che ho vissuto con entusiasmo e gratitudine.

Nell’ideazione di questo evento inzialmente era previsto anche il pranzo che purtroppo non è andato a buon fine. Per l’occasione avevo immaginato questo risotto, che piacendomi tantissimo, continuo a rifare di continuo.

Risotto ai carciofi, vaniglia e arancia

Risotto ai carciofi, vaniglia e arancia

Risotto ai carciofi, vaniglia e arancia

 

Ingredienti per 4 persone:

350 gr di riso carnaroli o arborio

1 carota

1 gamba di sedano

1 cipollotto

3 carciofi

1 cucchiaio di miso

1 sedano rapa

vaniglia in polvere

1 arancia

1 limone

sciroppo di agave

germogli di crescione

1 cucchiano di crescione

sale, pepe e olio

Risotto ai carciofi, vaniglia e arancia

Risotto ai carciofi, vaniglia e arancia

Procedimento:

Preparare un brodo con sedano, carota e cipollotto, cuocedo da acqua fredda le verdure tagliate in modo regolare e sobbollendo per una decina di minuti. Spegnere il fuoco e filtrare.

Scottare il sedano rapa, tagliato in modo regolare, in acqua bollente salata per 12 minuti.

Pulire i carciofi e dividere i gambi dal fiore. Affettare a spicchi i carciofi e a tocchetti i gambi; scottarli, prima i gambi per 4 minuti e poi i gli spicchi,  in acqua leggermente acidulata, per circa 8 minuti. Tenere da parte circa un carciofo a spicchio e un paio di cucchiai di gambi. Il restante condirlo con il miso stemperato in due cucchiai di olio extravergine di oliva e uno di acqua. Mescolare bene, stendere in una teglia e infornare, in forno caldo, a 200 gradi per 15 minuti fino a quando risulteranno ben arrostiti.

Tostare il riso in due cucchiaio di olio, sfumare con il brodo e lascaire cuocere per 15 minuti, coprendo con brodo caldo se necessario e aggiustando di sale e pepe.

Nel frattempo spremere l’arancia e filtrarne il succo. Unire tanta acqua quanta necessaria per arrivare a200 ml e stemperare il kuzu, fino a quando sarà ben sciolto. Scaldare il succo di mela e cuocere, a ebollizione, per 3 minuti circa. Trasferire in una pipetta e far completamente raffreddare.

Arrostire in padella i tocchetti di carciofi con olio di girasole e poi gli spicchi di carciofo, tenuti da parte.

Frullare vigorosamente il sedano rapa condendo con una parte di olio evo e una di olio di girasole. Ottenere una crema liscia e omogenea, aggiustando il gusto di sale.

Frullare i carciofi al miso e ottenere una crema.

Spegnere il fuoco al risotto, aggiungere i tocchetti di carciofo e mescolare.  Mantecarlo con il sedano rapa, unire un cucchiaio circa di sciroppo di agave e aggiustare di sale e pepe.

Alla base del piatto mettere un cucchiaio di crema di carciofi al miso, coprire con il risotto e guarnire con alcuni spicchi di carciofo arrostiti. Spolverare con la vaniglia, fare dei punti con la salsa all’arancia e guarnire con germogli di crescione. Serivre ben caldo.

Buon appetito!

 

Tempi di preparazione:

circa 1 ora

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *