Quattro passi a Golosaria

Il week end scorso si e’ svolta a Milano l’ottava edizione di Golosaria che quest’anno si è allo Superstudiopiu’di via Tortona, nel cuore della Milano del design.
Espositori, provenienti da tutto lo stivale, di prodotti gastronomici e vinicoli si sono ritrovati per presentare le loro specialità. Anche quest’anno non potevo perderlo,  sono andata a visitare la kermesse in compagnia di alcuni amici e di mio marito.
Golosaria presenta le eccellenze italiane sia gastronomiche che enologiche. La curiosità, come ogni anno era tanta. Rispetto all’anno scorso ho notato molta più partecipazione di curiosi, appassionati e foodlovers accaniti. Avevamo scelto di visitare la kermesse la domenica mattina, e fin dall’arrivo abbiamo notato tantissime persone che si accalcavano per entrare.  Golosaria e’ l’occasione per conoscere produttori ad artigiani che, con passione, presentano le loro proposte fuori dal circuito industriale che rappresentano sia prodotti innovativi sia della tradizione, ma sempre preparati con particolare dedizione e attenzione. Prodotti di nicchia e piccole rarita’. Perle di gusto, sconosciute a molti e di rara fattura.
Molti gli espositori di prodotti caseari e salumi, confetture , marmellate, cioccolato, prodotti dolciari da forno, olio d’oliva, riso e birra artigianali. Non sono mancate le 100 etichette migliori premiate con il riconoscimento Top Hundred.  La kermesse si suddivideva tra l’area FOOD, dove erano presenti 140 espositori che presentavano l’eccellenza della gastronomia italiana e l’area WINE, che ospitava i migliori produttori di vini. 100 aziende vinicole, che sono state premiate dal patron Paolo Massobrio.
Bellissima l’area showcooking dove era possibile assistere dal vivo alla realizzazione di piatti con i prodotti presenti alla manifestazione e carpire i trucchi degli chef che si sono susseguiti.
Quest’anno ho avuto modo di assaggiare e conoscere l’olio ligure dell’Azienda Olivicola Canaiella. Pregiato olio di oliva biologico prodotto da olive taggiasche nella zona di Savona; di colore giallo dorato brillante, molto profumato e aromatico, con un gusto leggero ma deciso. Ottimo come condimento a crudo, subito abbiamo pensato che sia perfetto per un insalata di arance o per esaltare i carciofi a julienne. Ritengo che sia un olio di ottima qualita’ esaltato dalla lavorazione delle olive che vengono raccolte a mano  e la cui estrazione avviene a freddo. Buonissime le olive.
Sono rimasta incuriosita dalle diverse offerte di mostarde e dei fichi secchi (quelli cotti e annegati nel mosto d’uva di Officine dei cedri erano golosissimi). Tante le fatture casearie e le coccole dolci di cioccolato. Non mancava il tartufo.

 Buonissime le nocciole dell’Azienda Agricola Papa dei Boschiche, senza trattenermi, ho acquistato. L’azienda agricola di Lequio Berria, in provincia di Cuneo, le produce e le lavora realizzando anche una la crema nocciolata e un’incredibile pasta di nocciola. Una specie di tajin di nocciola che ho acquistato per le mie preparazioni. E’ un prodotto artigianale e grezzo apprezzato dalle pasticcerie e gelaterie per la realizzazione dei dolci a base di nocciola come la gelateria COOL di Concorrezzo. Una gelateria naturale che produce artigianalmente gelati squisiti che ho potuto assaggiare durante la manifestazione. Buonissimo il pistacchio preparato con una base di acqua.

Abbiamo avuto l’occasione di conoscere la Masseria Girasole, di Capua (CE). Una realta’ agricola, a conduzione famigliare, ecosostenibile e completamente immersa e integrata con la natura che la circonda. Si estende su 60 ettari di verde dove vengono prodotti e lavorati i frutti della terra e dove, grazie anche al parco fluviale che l’attraversa, e’ l’occasione per entrare in contatto con la natura. Tante le opportunità per i bambini e i ragazzi, attraverso le proposte della fattoria didattica che organizza con le scuole laboratori per l’avvicinamento dei giovani ai prodotti e all’ambiente. Diverse le possibilita’ offerte per festeggiare un compleanno, un matrimonio  o semplicemente passare una giornata all’aria aperta in famiglia.Inoltre propone la possibilita’ di trascorrere bellissime settimane nei campi estivi e soggiorni esclusivi all’insegna del relax. All’interno dell’azienda agricola, oltre al ristorante dove poter assaporare i prodotti, e’ presente un punto vendita per acquistare i diversi prodotti confezionati in azienda. Io ho avuto l’occasione di assaggiare il succo di frutta prodotto con tanta frutta matura, dal sapore unico e pieno, apprezzato anche a livello internazionale e premiato con il secondo posto nella graduatoria del Gambero Rosso.  Incuriosita particolarmente da questo splendido paradiso naturale, spero di avere presto l’occasione per andare a visitare la Masseria, che consiglio anche a voi.
Mentre passeggiavo tra i vari espositori, non ho potuto fare a meno di acquistare i buonissimi taralli pugliesi, Danieli, di cui sono golosa, che ho sgranocchiato mentre passavo tra i vari stand.  Che fatica trattenersi!
Sul palco si sono avvicendati diversi relatori e oratori che hanno sottolineato  quanto, sia il territorio che il buon cibo, siano la leva trainante della nostra cultura ed eccellenza che ci contraddistingue e che attrae sempre più un pubblico internazionale.
All’esterno, il punto BBQ4ALL attirava i consumatori con proposte alla griglia e il garden era invaso da profumi invitanti degli hamburger cucinati su BBQ giganti.
Mentre ci allontanavamo molti avventori si dirigevano presso Golosaria che li attendeva con tutte le sue proposte.
Arrivederci al prossimo anno!
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *