focaccia dolce

 

focaccia dolce

FOCACCIA DOLCE – FOTOGRAFIE DI ALESSANDRO ARNABOLDI

Qualche sabato fa, con la mia amica Caterina, sono stata da Doof. Ve l’ho già accennato in altra occasione, è stata una giornata davvero interessante per i contenuti che sono stati trattati che in alcuni casi mi hanno colpita parecchio per la loro particolarità.

Dopo aver camminato piuttosto a lungo sciogliendoci al sole nonostante l’orario mattutino, abbiamo raggiunto la cascina Mare Culturale Urbano dove si svolgeva la manifestazione, quasi come fosse un miraggio. Accolte calorosamente da Samantha, ci siamo avvicinate al banco dove ci attendeva una caraffa di acqua. Li vicino ci faceva l’occhiolino un piatto di focacce. La sorpresa più grande è stato trovare la focaccia dolce.

E’ stato come fare immediatamente un tuffo nel passato. Non vedevo, ed assaggiavo, la focaccia dolce da tantissimi anni. Da quando, da bambina, andavo a trovare la nonna materna. Ho vissuto la stessa eccitazione che provavo quando con lei, la mattina, mi recavo alla panetteria del paese, quella più distante rispetto a dove abitava, per prendere il pane per il pranzo e la focaccia per la merenda. E la vedevo li, sul vassoio in tagli piuttosto grandi,  con tanto zucchero sopra, che formava quasi un invitante sciroppo.

La prima volta che me l’aveva presa ero rimasta scettica. Non conoscevo la focaccia dolce ed io, bambina di città abituata a quella alla genovese, ero rimasta davvero perplessa. Dopo il primo morso però, mi ero resa conto di quanto fosse buona e da quel momento, collegavo la mia nonna, le vacanze con lei, il suo paese della bassa padana, a quel sapore così particolare e confortante.

Attendevo fiduciosa di trovare, al mio arrivo, un pezzetto di quella leccornia che solo da lei potevo mangiare e ne ero talmente golosa da non farla arrivare all’ora della merenda, mangiandola avidamente ancora prima di rientare a casa.

Non pensavo di poterla ritrovare ancora, e soprattutto a Milano, e con la stessa ingordigia ho assaggiato un pezzetto di quel tesoro. E’ stato proprio un flasback, come in Ratatouille quando Ego’ viene catapultato indietro nel passato.

Esattamente come nel cartone animato, ho chiuso gli occhi e goduto di un sapore dimenticato da tempo, rivisto il viso rugoso della mia nonna e quel suo cipiglio autoritario che mi invitava a rimettere il mio tesoro nella carta oleata ed attendere il momento giusto.

E’ stato un viaggio nel tempo inaspettato e bellissimo, che ha risvegliato ricordi dolci ed affettuosi e mi ha fatto venire voglia di prepararla per poterne godere ancora.

focaccia dolce

focaccia dolce

Focaccia dolce

Ingredienti per una leccarda da forno:

300 gr di farina tipo 1

300 gr di farina manitoba

600 ml di acqua

3 cucchiai di olio evo

1/2 panetto di lievito di birra fresco

un pizzico di sale

1 cucchiaio di zucchero

 

per la soluzione:

4 cucchiai di olio evo

6 cucchiai di acqua

un cucchiaino di sale

abbondante zucchero qb

focaccia dolce

focaccia dolce

Procedimento:

Nella planetaria mettere le due farine ed il sale e lo zucchero e mescolare. Fare un emulsione con l’olio e l’acqua e versarlo sulle farine a filo, in modo tale da far impastare bene il composto senza grumi. A parte sciogliere il lievito in una tazzina di acqua ed aggiungerlo all’impasto.

Lavorarlo affinchè si formi un impasto morbido ed elastico lavorabile con le mani.

Trasferirlo in un contenitore e farlo riposare per circa 1 ora e mezza, fino a quando non ha raddoppiato di volume, a temperatura ambiente.

Stendere delicatamente l’impasto nella leccarda del forno, unta con abbondante olio, e rimettere a lievitare, possibilmente tutta la notte, coperto da pellicola da cucina.

Schiacciare con i polpastrelli l’impasto per formare degli incavi. Emulsionare l’olio e l’acqua con un pizzico di sale e versarlo sulla focaccia.

Cospargere con abbondante zucchero ed infornare, in forno caldo, a 200 gradi per 15 minuti.

Far raffreddare completamente e servire.

Buon appetito!

 

Tempi di preparazione:

circa 30 minuti più il tempo di lievitazione

focaccia dolce

focaccia dolce

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail

2 Comments

    • grazie mille Francesca Maria, andrò sicuramene a curiosare. A presto!!

      Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *