biscotto gelato raw

biscotto gelato raw

BISCOTTO GELATO RAW – FOTOGRAFIE DI ALESSANDRO ARNABOLDI

Estate, talmente bella che passa via in un soffio. La desidero per tutto l’anno, anelando il momento in cui potrò godere di tutti i suoi benefici e fantasticando su cosa farò. Poi, senza neanche accorgermi, mi sfugge tra le dita e in un batter di ciglio passa e se ne va.

Le vacanze sono un momento speciale, di quelli che ti riempiono di gioia la vita con un nulla. Il momento in cui ti rendi conto che sei in vacanza è l’attimo che preferisco. Fino a quando tiro avanti continuando a trottare mantenendo serrati i ritmi del mio lavoro e dei miei mille impegni, organizzo e immagino cosa farò nelle ore di libertà.

Il tempo che mi separa dalla libertà è una dolce trappola in cui casco sempre. Conto gli attimi, programmo, immagino e punto dritta all’obbiettivo.

I primi girni di vacanza però sono ancora talemente concentrata che proprio non mi capacito di non aver nulla da fare e continuo a programmare e segnarmi appunti, prima di dimenticarmene… non sia mai!

E poi eccolo, finalmente, arrivare il momento tanto atteso. Quest’anno è accaduto mentre osservavo le nuvole in cielo. Mentre i batuffoli soffici e impalpabili nell’aria celeste giocavano e creavano disegni fantasiosi, io ero sdraiata su un prato dopo una passeggiata in montagna. Raggiunto il rifugio avevo steso la coperta e mi ero distesa a contemplare il cielo, i raggi del sole e le vette di fronte a me. Faticavo a rendermi conto di dove fossi realmente eppure dentro di me sapevo che era un giorno feriale, uno dei tanti in cui avrei dovuto lavorare. Ed invece ero li, tra i fili d’erba a scovare figure fiabesche con il naso in su giocando con Piccolo Chef e Alessandro. In quell’istante, tra un delfino e una tartaruga nell’aria, ho capito che nessuno mi avrebbe cercata, non avrei dovuto controllare gli orari dei mezzi, timbrare il cartellino, mantenere i contatti, prendere decisioni, fare azioni e partecipare alle riunioni. Potevo starmene per quanto ne avrei avuto voglia sull’erba a rimirare quella meraviglia.

Rientrati a casa ci aspettava un bel gelato per merenda. Il gelato è un’altra di quelle cose che fanno subito estate e di cui non posso fare a meno. Questa volta è un gelato speciale, non uno di quelli che compri pronto e via. Un gelato preparato con mandorle e cocco, tutto a crudo, come il bisocotto che lo rende ancora più goloso. Con la temperatura che ci accompagnava non abbiamo dovuto nemmeno aspettare troppo per poterlo gustare.

 

 

 

biscotto gelato raw

biscotto gelato raw

 

Biscotto gelato raw

Ingredienti per 4 gelati:

 

100 gr di fiocchi di avena a crudo

20 gr di cacao crudo

4 albicocche essiccate

1 dattero mediojol

1 confezione di latte di cocco

100 gr di mandorle al naturale

lamponi freschi

 

Procedimento:

 

Mettere in ammollo per circa 20 minuti le albicocche  e il dattero per reidratare la frutta. Tagliare a pezzetti e metterla nel frullatore per ottenere una salsa densa. Prelevare la salsa e mischiarla, in una ciotola ai fiocchi di avena e al cacao crudo, ottenendo un impasto sodo e lavorabile con le mani. Stendere l’impasto su un piano di lavoro e con l’aiuto di un coppapasta realizzare otto dischi di egual misura. Riporre i biscotti ottenuti nell’essiccatore a 42 gradi per circa 48 ore. I biscotti dovranno risultare asciutti. Frullare le mandorle fino ad ottenere una pasta fine. Mescolare il latte di cocco con la crema di mandorle e riporlo in freezer. Quando sarà congelato, ma ancora morbido, frullarlo ed incorporare i lamponi, avendo cura di non romperli. Con l’aiuto di uno stampo o del coppapasta assemblare i biscotti gelato farcendo due biscotti con la crema di cocco ai lamponi e riporli nuovamente in freezer. Estrarre dal congelatore i biscotti gelato 15 minuti prima di servire.

Buon appetito!

 

Tempi di preparazione:

20 minuti circa più il rassodamento in freezer (circa 3 ore)

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *