riso venere con ravanelli e prugne

RISO VENERE CON RAVANELLI E PRUGNE – FOTOGRAFIE DI ALESSANDRO ARNABOLDI

 

Con questa settimana iniziò un editoriale dedicato alla prugna Sunsweet.
Quando mi hanno contattata per raccontarmi la loro campagna sulla “prugna incompresa” mi hanno fatto sorridere molto.
È vero, la prugna ha questa triste nomea di essere ricordata nei momenti stitici o come alimento per le persone anziane.
In realtà la prugna essiccata è uno snack e energetico, salutare e goloso.
Lo so, vi starete chiedendo come mai abbia accettato di aiutarli a svecchiare questo falso mito visto che non è bio, non è una autoproduzione e non è italiana.
Oltre al fatto che le prugne Sunsweet sono buonissime, ho un ricordo dolce di bambina.
Erano le preferite del mio papà di cui andava goloso.
Ne comprava sempre una confezione e alla sera, mentre guardava la tivù ne mangiava sempre qualcuna, così come prima di una passeggiata in montagna o quando aveva voglia di qualcosa di dolce.
C’erano sempre a Natale, nel piatto della frutta secca, con i fichi e i datteri.
Avete presente quando ci sono dei cibi, degli alimenti, che aldilà di tutto amate mangiare perché sono legati a un ricordo, a un pensiero felice? Ecco le prugne Sunsweet sono così!
Ogni volta che le vedo sullo scaffale del supermercato sento un sorriso dolce crescere nel mio cuore e, quando finisco la scorta della frutta essiccata e non trovo quella che acquisto solitamente, la mia scelta ricade su si loro.
La frutta essiccata in casa mia non manca mai perché è perfetta come spezza fame o come integratore naturale per lo sport.
Al mattino presto prima di andare alla lezione di pilates ne mangio qualcuna che mi riempie il buchino permettendomi di posticipare la colazione e praticare sport con la giusta energia.
Anche per i miei piatti mi piace usarla perché crea quel contrasto dolce perfetto per dare dinamismo al piatto e creare accostamenti insoliti e che mi ricordano la cucina etnica.
Come per questo riso venere, che ho preparato per un pranzo in terrazza con Ferdinando durante una delle nostre giornate di lavoro e coordinamento.
Il riso venere lo adoro perché è profumato e ha un gusto davvero particolare che si accosta a tantissimi vegetali esaltandoli. In questo caso ho scelto cipolla rossa di Tropea e ravanelli dell’orto. Ho completato con una ricotta di mandorla alla arancia e peperoncino… la prugna ha dato carattere rendendo davvero speciale un piatto semplice e veloce da preparare!

riso venere con ravanelli e prugne

riso venere con ravanelli e prugne

Riso venere con ravanelli e prugne

Ingredienti per 4 persone:

320 gr di riso integrale venere

6-7 prugne essiccate Sunsweet

un mazzo di ravanelli ( circa 10)

2 cipollotto Rossi di Tropea

250 gr di mandorle al naturale

1 arancia

2 peperoncini freschi

1 limone

Peperoncino secco

Sale, pepe, olio evo e olio di girasole alto oleico

 

riso venere con ravanelli e prugne

riso venere con ravanelli e prugne

Procedimento:

Cuocere il riso nero nel doppio del suo volume di acqua, con un pizzico di sale, per 30 minuti a fiamma dolce. Spegnere il fuoco e far raffreddare.
Dopo una notte di ammollo, frullare le mandorle ben scolate con 300 ml di acqua. Quando sono ben cremose diluire con altri 700 ml e frullare fino a ottenere un latte ricco.
Portare a bollore e cagliare con 80 gr di succo di limone e un pizzico di sale. Far affiorare la cagliatura in superficie e lasciar riposare per un’ora. Trasferire in un colino, rivestito di un tessuto a maglie fini, e lasciar colare. Condire con un cucchiaio a piacere di un pesto di peperoncino.
Il pesto di peperoncini lo si ottiene scottando a fiamma vivace i peperoncini freschi con due cucchiai di olio e la scorza di arancia. Far bene appassire e poi frullare con abbondante sale grosso, olio di girasole alto oleico e un pizzico di peperoncino secco a piacere.
Tagliare i ravanelli e le cipolle finemente. Affettare le prugne Sunsweet..
Condire il riso con i ravanelli, le cipolle e le prugne. Mescolare e aggiustare di sale e pepe. A piacere grattugiare la scorza di limone e condire con olio extravergine di oliva. Servire il riso nero con la cagliata di mandorle.

Per realizzare la decorazione per impiattamento affettare sottilmente uno o più ravanelli. Metterli in acqua e ghiaccio per qualche minuto e poi asciugarli su carta da cucina. Disporli sopra al riso a raggiera formando un fiore e terminare mettendo al centro la ricotta di mandorle. A piacere condire con olio evo a crudo.

Buon appetito!

 

riso venere con ravanelli e prugne

riso venere con ravanelli e prugne

Tempi di preparazione:

45 minuti circa più la preparazione della ricotta.

 

Questo è un articolo promozionale per Sunsweet che ha richiesto la ricetta contenente la prugna essiccata.

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail