fusilli di farro monococco con zucca e cavolo nero

FUSILLI DI FARRO MONOCOCCO CON ZUCCA E CAVOLO NERO – FOTOGRAFIE DI ALESSANDRO ARNABOLDI

Qualche settimana fa e’ venuto un amico a trascorrere la giornata insieme. Abbiamo lavorato, ci siamo confrontati sui nostri progetti, abbiamo messo a tavolino un sacco di idee e ci siamo raccontati.
Come spesso capita quando si sta bene il tempo è volato ed è arrivata l’ora del pranzo. Gli ho proposto di preparare una pasta veloce e, mentre continuavamo con i nostri discorsi, abbiamo cucinato la pasta di farro monococco che entrambi eravamo curiosi di assaggiare. In casa avevo cavolo nero e una crema di zucca in purezza già pronta. Il tempo di cuocere la pasta, ho saltato il cavolo nero in padella e condito il tutto con nocciole tritate.
Una pasta velocissima che come tutte le cose estemporanee è diventata gustosa e appagante.
Ripenso a quel momento e rifletto sull’importanza di quel gesto.
Mangiare insieme rafforza e consolida i legami. Nutrirsi non è solo un atto biologico ma è molto più intimo e spirituale. Condividere questo momento con qualcuno è una cosa importante. O almeno lo è per me.
Ricordo quando, senza pensarci, al lavoro avevo l’abitudine di pensare tra me “abbiamo mai mangiato insieme?” quando qualcuno si prendeva troppe libertà.
Un giorno, durante la lezione di energia del cibo, Martin Hasley aveva detto che quando si mangia insieme ci si scambia il sangue. Era stata una frase molto forte ma che aveva un profondo significato. In un certo senso è vero. Si mangia la stessa cosa, ancora di più se preparata insieme, si condivide la tavola ed il tempo. Tutto ciò che crea un flusso di energia particolare.
Sono convinta che le cose più importanti finiscono sempre a tavola. Se ci pensate un attimo, i successi si celebrano a tavola, così come i momenti di gioia, amore, religiosi o d’affari. Le riunioni, le cene romantiche, i matrimoni, i battesimi e spesso anche i funerali. Il cibo è il filo conduttore e connettore di ciò che avviene, dello scambio e dell’Unione dei singoli individui.
Mangiare con qualcuno permette di conoscerlo meglio e in maniera più vera. E mangiare con qualcuno con cui si sta bene è un grande privilegi. Farlo con consapevolezza ancora di più.
Questo piatto, e quel pranzo organizzato su due piedi, mi è piaciuto così tanto che l’ho riproposto anche ai miei ometti, questa volta completandolo con l’aggiunta di un pizzico di peperoncino.

fusilli di farro monococco con zucca e cavolo nero

fusilli di farro monococco con zucca e cavolo nero

Fusilli di farro monococco con zucca e cavolo nero

Ingredienti per 4 persone:

350 gr di pasta di farro monococco
1 pezzo di zucca di circa 300 gr
1 mazzo di cavolo nero

qualche foglia di radicchio rosso di Treviso
1 spicchio di aglio
1 peperoncino
2 cucchiai di nocciole tostate
Sale, pepe nero e olio evo e di girasole.

fusilli di farro monococco con zucca e cavolo nero

fusilli di farro monococco con zucca e cavolo nero

Procedimento:

Pulire la zucca e tagliarla in modo regolare. Mettere un cucchiaio di olio in una casseruola e stufare a fiamma dolce la zucca con un pizzico di sale, coperta con il coperchio, per circa 20 minuti.
Quando ben cotta, spegnere il fuoco e farla raffreddare. Trasferire la zucca in un blender e frullarla, emulsionando con olio di girasole e extravergine di oliva in pari quantità e aggiustando di sale. Unire un pizzico di peperoncino a piacere e frullare fino ad ottenere una salsa fluida e liscia.
Pulire il cavolo nero eliminando la costa centrale, tagliare a listarelle regolari e sciacquare sotto l’acqua. In una padella scaldare l’olio di oliva e, quando è caldo, unire uno spicchio di aglio. Far rosolare, per insaporire bene l’olio, per qualche minuto ed aggiungere il cavolo nero spadellandolo in maniera vigorosa e mantenendo la fiamma vivace.
Quando cotto e ben croccante aggiustare di sale e pepe.
Cuocere la pasta secondo i tempi indicati sulla confezione e, a cottura, scolarla e mantecarla con la salsa di zucca. Unire il cavolo nero e le nocciole tostate tritate grossolanamente.
Condire con un filo di olio a crudo e servire.
Buon appetito!

Tempi di preparazione:

30 minuti circa

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail