Crostata al limone

crostata al limone

CROSTATA AL LIMONE – FOTOGRAFIE DI ALESSANDRO ARNABOLDI

La settimana scorsa ho avuto l’occasione di trascorrere la mattinata all’istituto alberghiero Carlo Porta di Milano. Lo Chef Alberto Berto, grazie alla SSNV, società scientifica di nutrizione vegetarian, promuove l’insegnamento della cucina vegan nelle scuole alberghiere.

Un bellissimo momento di scambio e crescita culturale. Stare a contatto con gli adolescenti ed i ragazzi e sempre molto,stimolante. Loro sono delle spugne pronte a assorbire informazioni ma anche capaci di mettere in dubbio qualunque cosa.

Avere la possibilità di trascorrere la mattina a supportare nella lezione lo Chef Berto è stato un privilegio. I ragazzi erano partecipi e molto interessati. Vedere i loro volti stupiti davanti alla cagliatura del,latte di soia mi ha fatto sorridere e divertire molto.

La disponibilità e la fiducia dello Chef, sebbene non ci conoscessimo, è stata gratificante. Di certo una cucina lontana dalla mia realtà ma certamente di esempio e adatta ad una classe di ragazzi. Televisione, giornalisti, interviste e fotografie hanno creato trambusto nella grande aula cucina. I ragazzi erano eccitati ed imbarazzati, timorosi nella mancanza di informazioni.

Sapere che ci sia qualcuno,che promuove la conoscenza di questo stile alimentare e che si fa portavoce per divulgarlo nelle scuole lo trovo onorevole e una bellissima iniziativa, che io ho avuto la fortuna di vivere direttamente sul campo. È vero che la curiosità è l’interesse verso la cucina vegan naturale sta aumentando ma più difficilmente tra i giovani e trovo interessante cercare di informare a maggior ragione se ci si rivolge ai cuochi di domani.

Un cuoco, anche se non abbraccerà una dieta vegana, dovrà sempre più essere in grado di servire piatti il più possibile naturali ma che siano anche gustosi ed appaganti. Troppo spesso ancora ci si ritrova al ristorante ad ordinare nel menù dei contorni con grande disappunto.

La mattinata è volata veloce, senza accorgermene e stando felicemente in cucina è arrivato il momento del pranzo. Lo Chef Berto mi aveva chiesto di,preparare con alcune ragazze la frolla con la crema di fragole. Ognuno, ha il suo modo di preparare la frolla ed io ho cercato di assecondare la sua ricetta, nonostante non l’avessi mai preparata con quegli ingredienti.

Il fatto che il buffet improvvisato per assaggiare le preparazioni sia stato spazzolato velocemente è l’ennesima dimostrazione che non importa etichettare un piatto come vegani o meno ma che la cosa che davvero conta è che sia buono. E devo dire che tutti hanno apprezzato.

Tornata a casa mi è venuta voglia di preparare una crostata seguendo invece il mio istinto. Farina semi integrale, burro di cocco, zucchero mascobado e tanto limone. L’ho servita con gelatina alla fragola ed è andata a ruba.

 

crostata al limone

crostata al limone

Crostata al limone

Ingredienti per una tortiera da 24 cm di diametro:

200 gr di farina tipo 1

80 gr di zucchero mascobado

1 cucchiaio di burro di cocco

Acqua qb

4 limoni bio

3 cucchiai scarsi di tahin

1 cucchiaio di kudzu oppure amido di mais

100 gr di fragole

1 cucchiaino di agar agar

 

crostata al limone

crostata al limone

Procedimento:

Impastare la farina con lo zucchero e il burro di cocco. Unire tanta acqua quanto basta per rendere l’impasto liscio ed omogeneo. Farlo riposare, avvolto in pellicola per circa 30 minuti.

Nel frattempo spremere i limoni e filtrare il succo. Unire il tahin e il kudzu e portare a bollore.cuocere per qualche minuto e farlo completamente raffreddare.

Stendere la pasta e ritagliare crostate monoporzioni o foderare una teglia più grande. Cuocere, in forno caldo, a 200 gradi per circa 15 minuti. Far raffreddare e farcire con la crema al limone.

Frullare le fragole e setacciarle con un colino a maglie fitte. Aggiungere un poco di acqua fino ad avere 200 ml di liquido. Unire l’agar agar e cuocere a fiamma dolce per 5 minuti lasciando sobbollire.

Stendere su un foglio di acetato e far raffreddare.

Servire la crostata accompagnandola con la gelatina di fragole.

Buon appetito!

crostata al limone

crostata al limone

Tempo di preparazione:

1 ora circa

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *